Lutto al Giro d’Italia, muore un motociclista di Carpi


CUNEO, 19 MAG. 2009 – Il novantaduesimo Giro d’Italia di ciclismo è stato funestato da una tragedia della strada. Fabio Saccani, 69 anni, originario di Carpi, in provincia di Modena, è morto stamattina mentre era a bordo della propria moto, con la quale stava raggiungendo il ritrovo di partenza della decima tappa, la Cuneo-Pinerolo. Secondo una prima ricostruzione, un camion gli avrebbe tagliato la strada.Saccani al Giro del centenario accompagnava il fotoreporter Roberto Bettini. La drammatica notizia è stata confermata dall’ufficio stampa della corsa rosa. A momento, sul luogo dell’incidente sono al lavoro forze dell’ordine, vigili del fuoco e 118 per stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto.Fabio Saccani aveva seguito per 32 volte la gara a tappe, mentre per 11 volte era stato al seguito del Tour de France. Ieri aveva voluto trascorrere in famiglia il primo giorno di riposo della corsa rosa e stamattina alle 5 era ripartito da Rio Saliceto, il paese del Reggiano in cui si era da poco trasferito, per ricongiungersi al resto della carovana. La sua morte, oltre ad avere portato il lutto nella corsa del centenario, ha scosso moltissimo gli organizzatori del Giro del centenario. Per commemorarlo, domani a Torino, prima del via dell’undicesima frazione, verrà osservato un minuto di silenzio. Saccani, 69 anni, era molto conosciuto negli ambienti ciclistici. Era inoltre famoso per avere raffigurate sul casco le foto dei propri idoli: da Marco Pantani a Mario Cipollini a Lance Armstrong, che aveva conosciuto in uno dei suoi tanti Tour de France.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet