La Otto Lupi gestirà impianti del Corno alle Scale


La società “Otto lupi” di Sestola ha vinto la gara per la gestione – per i prossimi quattro anni – degli impianti del Corno alle Scale, il comprensorio sciistico dell’Appennino bolognese. Mancano le ultime verifiche burocratiche e poi “si procederà alla sottoscrizione del contratto”, informa una nota dell’Ente per la gestione dei Parchi e della Biodiversità Emilia-Orientale che ha realizzato e gestito il bando (affrontando anche le critiche di Forza Italia sul fatto che questa procedura avrebbe messo a rischio l’avvio della nuova stagione invernale). “Siamo molto soddisfatti perché in maniera trasparente, anche attraverso un incontro svolto a Lizzano in Belvedere con la cittadinanza, siamo riusciti a garantire il futuro del Corno alle Scale e anche a tutto l’indotto economico della vallata che attorno ad esso rappresenta una fonte di sviluppo del nostro Appennino”, spiega Sandro Ceccoli, presidente dell’Ente Parco, che ringrazia la Regione Emilia-Romagna e il Comune di Lizzano per la collaborazione fornita in questi anni e sottolinea come “il risultato positivo sia frutto soprattutto del lavoro di coordinamento del dottor Massimo Rossi, direttore dell’Ente Parco”. Commento positivo anche da Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore alle Politiche per la Montagna della Regione Emilia-Romagna, che ricorda come “nonostante le note difficoltà, grazie al lavoro fatto insieme da Ente Parco, Comune di Lizzano e Regione, in questi anni siamo riusciti a garantire l’apertura del Corno e anche in futuro questo sarà un punto fisso dell’Appennino bolognese: lavoriamo per rafforzare le nostre comunità e valorizzare i punti di eccellenza che esse offrono”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet