L’unione fa la forza, nasce Promos Italia


Si chiama Promos Italia la nuova società di promozione delle imprese che accorpa Promos Milano, WTC Genoa, Promec Modena, Eurosportello Ravenna e I.TER Udine, con un bacino di 600 mila imprese. Fra gli obiettivi della società nata in questi giorni nel quadro di una maggiore efficienza delle Camere di commercio prevista dal decreto di riforma del 2016 (che lavora in raccordo con il Ministero dello Sviluppo economiche in sinergia con Ice, Invitalia, con le Regione, le Camere di commercio all’estero, Sace e Simest) ci sono l’informazione specialistica, formazione qualificata, assistenza personalizzata, incontri b2b in Italia e all’estero con operatori selezionati e soluzioni per il digital export. “Nel 2019 – ha spiegato il presidente di Promos Italia
Giovanni Da Pozzo – accoglieremo altre strutture delle Camere di commercio per estendere la presenza territoriale e rafforzare la capacità di assistenza diretta alle imprese”. Fanno parte del Consiglio di amministrazione anche Carlo Edoardo Valli, Anna Mareschi Danieli, Francesca Federzoni e Achille Giacchetta. Alla direzione della società è stato nominato Alessandro Gelli.
“Ci rivolgiamo alle tantissime aziende che ancora oggi non esportano, o esportano poco, pur avendone tutte le potenzialità” ha sottolineato il presidente di Unioncamere Carlo Sangalli.
Secondo i dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e di Promos Italia, l’export italiano è in crescita, +3,1% in un anno. Ha aggiunto i 342 miliardi in nove mesi. Milano è prima con 32 miliardi, +5,5%. Seguono Torino, Vicenza, Brescia e Bergamo. Le maggiori destinazioni sono Germania, Francia e USA, crescono Svizzera e India. Autoveicoli, medicinali e moda i beni più esportati.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet