Lo Statuto delle Imprese,una rivoluzione copernicana


BOLOGNA, 23 APR. 2012 – Uno strumento che tra i suoi principi pone il valore del lavoro, sia esso svolto in forma autonoma che d’impresa, e mira a garantire la libertà di iniziativa economica-privata in conformità a quanto definito dalla Costituzione. Così Cna Emilia Romagna definisce lo Statuto delle Imprese. In un convegno organizzato a Bologna martedì 23 aprile, la Confederazione ha voluto approfondirne i contenuti e gli obiettivi assieme al senatore Gian Carlo Sangalli e all’onorevole Raffaello Vignali, relatori in Parlamento della legge che lo istituisce, considerata da più parti una vera e propria rivoluzione copernicana. Secondo Cna, i principi dello Statuto delle Imprese vanno nella direzione della piena applicazione delle linee guida dello Small Business Act, per favorire la costruzione di un quadro normativo e di un contesto economico e sociale che garantisca lo sviluppo delle imprese anche di piccole dimensioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet