L’Iva preoccupa i commercialisti modenesi


L’Unione Giovani Commercialisti si riunisce a Modena per discutere del concordato in continuità, uno strumento importante per chi si trova in difficoltà a causa della crisi economica. Ma il tema collaterale, che aggraverà ulteriormente la situazione di imprenditori e professionisti – per non parlare del consumatore finale – è quello dell’imminente aumento dell’IVA di un punto percentuale, dal 21 al 22 per cento, annunciato già per ottobre. Una situazione che semina preoccupazione anche tra coloro che devono gestire i conti delle aziende, e consigliarle per il meglio. La presidente dell’Unione Giovani Commercialisti, Eleonora Di Vona, ribadisce l’urgenza di provvedimenti di natura diversa per sgravare un po’ di peso fiscale dalle spalle delle aziende.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet