Litigio finisce a colpi di katana, arrestato “muratore-samurai”


BOLOGNA, 8 GIU. 2009 – Nella tarda serata di ieri a Castel D’Aiano, sull’ Appennino bolognese, è accaduto che un muratore ha aggredito un conoscente con una spada da samurai. Il motivo? Risolvere delle faccende di lavoro. Qui i carabinieri hanno arrestato l’uomo di 40 anni, residente nel vicino comune di Camugnano. Al culmine della lite, avvenuta in una zona isolata fuori dal centro abitato,il muratore avrebbe afferrato una "katana"(spada giapponese) lunga 60 centimetri dal baule dell’auto, minacciando il “nemico” che è fuggito rifugiandosi dentro la propria macchina. Prima che l’uomo riuscisse a darsi alla fuga, il muratore ha colpito la cappotta e la portiera,deteriorando la vettura. Le forze dell’ordine di Castel D’Aiano, avvertite dalla vittima dell’aggressione, hanno rintracciato poco più tardi il quarantenne, sulla cui auto è stata scovata la spada. L’uomo é stato arrestato per tentate lesioni aggravate, e denunciato in stato di libertà per diversi reati, dall’esercizio arbitrario delle proprie ragioni al possesso abusivo di arma impropria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet