“L’Italia vada avanti sulle riforme”


L’Italia, così come la Francia e il Portogallo, dovrebbe approfittare dell’attuale ripresa per avviare il debito su una traiettoria di riduzione. E dovrebbe continuare sulla strada delle riforme, con priorità all’aumento della concorrenza nei mercati dei servizi e dei prodotti. Lo afferma il Fmi, mettendo in evidenza come l’Italia dovrebbe ”allineare i salari alla
produttività” e continuare le riforme sulla giustizia civile. Per il Fondo la ripresa di Eurolandia si rafforza, ma restano i rischi di ribasso. Sempre secondo il Fmi in Italia i progressi per la riduzione dei crediti deteriorati sono stati troppo lenti, con un calo di solo il 5% rispetto al picco del 2015

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet