L’inquilino ideale grazie ad una start up


Trovare l’inquilino ideale? Si può, grazie ad una start up bolognese. AAA coinquilino cercasi, dunque. E non uno qualsiasi, ma quello ideale, perchè la convivenza, e non solo in amore, è cosa seria. Al bando rumori molesti, soprattutto sotto esame, particolarmente graditi ordine e propensione alle pulizie. Quanto sarà felice la convivenza degli universitari nel periodo di studi fuori sede lo calcola secondo un algoritmo ben preciso un sito, coinquilinity.it, frutto della diretta esperienza di cinque studenti di Bologna, quattro economisti e un ingegnere informatico, fondatori di una start up creata per evitare le brutte sorprese della convivenza forzata. A poco più di un mese dal lancio, Coinquilinity conta più di 700 utenti iscritti. Dopo l’iscrizione, si compila un questionario con le proprie caratteristiche: fumatore, matricola, abitudini alimentari e altro. Il sito, completamente gratuito, permetterà di visualizzare le case, se si è in cerca di un appartamento, o le persone, se si è in cerca di un coinquilino, classificandoli secondo un grado di compatibilità generato da un algoritmo. Il numero di iscritti è in continua crescita e il sito inizia ad essere attivo anche in altre città.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet