Lineapelle a Milano: un vero vantaggio per i clienti?


Edizione su edizione Mercogliano ha sempre stigmatizzato il comportamento degli albergatori bolognesi più volte additati come coloro che speculavano su espositori e visitatori e tacciati quali responsabili dello spostamento della fiera. Ieri, giorno in cui era in corso Lineapelle a Milano, pernottare nel capoluogo meneghino era quasi impossibile. Secondo i dati rilevati dal nostro centro studi attraverso l’analisi delle disponibilità e delle tariffe alberghiere pubblicate nei principali portali on-line, il 92% degli alberghi presenti non ha più disponibilità di camere. Le tariffe proposte registrano un incremento del 20% rispetto ai prezzi che gli alberghi bolognesi applicavano ai clienti di Lineapelle.

 

Sorge quindi spontanea la nostra domanda: siamo sicuri che per gli espositori e i visitatori sia stato un risparmio andare a Milano? Il problema delle tariffe degli hotel non era forse solo un pretesto?
Già nei giorni immediatamente successivi allo spostamento della fiera, alcuni Soci ci avevo segnalato manifestazioni di disappunto da parte di loro ospiti. Non ha quindi stupito la scelta operata da alcuni clienti della manifestazione che hanno optato per prenotare il soggiorno nel solito albergo bolognese utilizzando l’alta velocità per raggiungere il quartiere fieristico di Milano. Bologna, grazie a Lineapelle, è già pronta ad accogliere in città i visitatori di Expo 2015.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet