Il lievito di Lesaffre sceglie il freddo di Trascar


Lesaffre, primo produttore al mondo di lievito alimentare, ha scelto l’azienda modenese Trascar quale partner tecnologico per il nuovo magazzino automatico in ambiente refrigerato che la multinazionale alimentare francese ha realizzato in provincia di Parma. Trascar, che da diversi anni ha avviato una consolidata e proficua collaborazione con Lesaffre, ha infatti gestito come main contractor la progettazione e la realizzazione dell’impianto di stoccaggio e movimentazione inaugurato a Sissa Trecasali, in provincia di Parma. L’impianto – che si estende su una superficie di 2.400 metri quadrati, adiacente alla sede produttiva – costituisce un perfetto esempio di eccellenza tecnologica: il nuovo magazzino automatizzato e digitalizzato opera ad una temperatura costante di zero gradi, può movimentare oltre 1.600 bancali ed è affiancato da un’area di spedizione, anch’essa a temperatura controllata. Questa importante realizzazione, dal valore complessivo di quasi 5 milioni di euro, ha visto Trascar agire come committente unico per tutte le fasi progettuali ed esecutive, non solo per la componente logistica ma anche per quella edile: dal prato verde al collaudo finale, infatti, ogni singolo aspetto è stato gestito e controllato dall’azienda di Villavara di Bomporto. Grazie al nuovo complesso automatizzato, Lesaffre (un colosso da quasi 2 miliardi di euro di fatturato, con oltre 9mila dipendenti e 55 siti produttivi nel mondo) usufruirà di un considerevole aumento della capacità totale di stoccaggio, unita ad una maggiore efficienza e sicurezza delle operazioni di carico/scarico e spedizione dei prodotti.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet