Licenziamenti alla Aterballeto. “A rischio i prossimi spettacoli”


REGGIO EMILIA, 5 MAG. 2009 – La Direzione Generale della Fondazione Nazionale Della Danza – Aterballetto di Reggio Emilia ha confermato il licenziamento di 6 dipendenti ignorando l’iniziativa di protesta dei dipendenti effettuata in occasione della “Giornata mondiale della danza”.In una nota la Cgil preannuncia iniziative di lotta più incisive e che potrebbero mettere a rischio i prossimi spettacoli. “La manifestata responsabilità delle lavoratrici e dei lavoratori – dichiara Giuseppe Zaffarano segretario SLC CGIL Reggio Emilia – che, pur in stato di agitazione, hanno consentito di andare in scena il 29 aprile (Giornata mondiale della danza) limitandosi alla lettura di un comunicato sindacale al proprio pubblico, non ha trovato riscontro. Anzi è stata ignorata dalla Direzione e a tutt’oggi alcuna comunicazione è stata inviata al sindacato per la ripresa del confronto sul rinnovo del Contratto Aziendale e sui problemi occupazionali. Questa situazione non può protrarsi oltre perché ci porterebbe inevitabilmente a indire giornate di sciopero in concomitanza con importanti spettacoli già programmati. Ai Soci (Comune di Reggio Emilia e Regione) chiediamo un sollecito intervento perché siano ritirati i minacciati licenziamenti e si presenti al sindacato e alle RSA un piano sul quale avviare un confronto costruttivo per rideterminare un nuovo e strutturale riposizionamento della Fondazione.”Leggi anche Il “fuori programma” dello spettacolo del 29 aprile

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet