Libertà e democrazia in Iran, un sit-in stasera davanti a Palazzo Allende


REGGIO EMILIA, 29 GIU. 2009 – Un sit-in per la democrazia in Iran. E’ l’iniziativa lanciata dalla presidente della Provincia Sonia Masini e si tiene questa sera alle 18 e 30 davanti a Palazzo Allende, in Corso Garibaldi 59. Un modo per chiedere “il rispetto dei diritti umani in Iran e delle condizioni di democrazia e legalità, che rappresentano il presupposto imprescindibile per lo svolgimento di consultazioni elettorali regolari”, spiega una nota della Provincia.All’iniziativa hanno aderito tutti i Comuni reggiani e l’appello a partecipare alla manifestazione “è esteso – sottolinea il comunicato – a tutte le istituzioni, ai cittadini, al mondo dell’associazionismo e del volontariato, alle parti sociali, alle associazioni di categoria e a chiunque volesse, in questo modo, dare un proprio segnale di sostegno alla difesa dei diritti umani e di contrarietà ad ogni forma di violenza.”Tra le prime realtà che hanno risposto all’appello c’è Legacoop Reggio Emilia che spiega come segue le ragioni dell’adesione: “Legacoop, che nasce dai valori della partecipazione, della democrazia e della tutela dei diritti, non può che condannare quanto sta succedendo in un paese così importante come l’Iran, dove in questi anni anche la forma cooperativa sta cominciando a svilupparsi. Legacoop esprime tutta la sua solidarietà ad una popolazione che giustamente rivendica il diritto di manifestare, di esprimersi e di partecipare. La cooperazione è sempre vicina a chi lotta per la libertà. Non è con la violenza che si crea sviluppo e solidarietà tra i popoli; non è togliendo la parola agli oppositori e alla stampa che si favorisce il processo di pace.”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet