Liberalizzazioni, la protesta degli edicolanti modenesi


MODENA, 02 MAG. 2013 – Fischi di disapprovazione dal piazzale antistante la Prefettura di Modena, mentre il viceprefetto Ventura incontra i portavoce del SINAGI: il sindacato degli edicolanti, che chiede di sospendere la liberalizzazione delle licenze di vendita dei giornali, fortemente voluta dalle testate più diffuse per provare a contrastare la crisi delle vendite. Dopo taxi e farmacie, anche le edicole dicono “no” a mercati più concorrenziali, sostenendo che la diffusione delle nuove licenze metterebbe a rischio circa 500 posti di lavoro. La richiesta rivolta alle istituzioni è di modificare la legge che impone alle edicole di vendere tutte le pubblicazioni, anche le meno gettonate, ma non obbligo gli altri esercizi commerciali a fare lo stesso. “Un centro senza edicole è come un cielo buio” è lo slogan dei manifestanti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet