Legacoop Reggio Emilia: produzione in calo e nuovo presidente in arrivo


REGGIO EMILIA, 30 NOV. 2009 – Gli utili viaggiano su livelli analoghi rispetti a quelli dello scorso anno, ma il valore della produzione cala del 6,3%. Ecco due dei principali dati di preconsuntivo di Legacoop Reggio Emilia, che si prepara all’assemblea del 2 dicembre, nel corso della quale eleggerà il successore di Ildo Cigarini alla carica di presidente. Durante l’Assemblea verranno presentati i preconsuntivi 2009 delle cooperative associate, ma anche le previsioni 2010, curate dall’Ufficio economico finanziario di Legacoop. Sono 214 le cooperative associate oggi a Legacoop Reggio Emilia. L’andamento degli ultimi anni ha registrato una crescita del valore della produzione a tassi molto elevati fino al 2005, in cui ha toccato la punta del +10%, poi un rallentamento nel triennio 2006-07-08 con incrementi annui inferiori al 5%; per il 2009 i preconsuntivi stimano un trend in calo del 6,3%. Nel 2009 il valore della produzione risulta in calo per le costruzioni, l’industria nei comparti legati all’edilizia, le cooperative d’abitazione, la logistica e i trasporti, in sostanziale tenuta per l’agroalimentare, il commercio e i servizi alle imprese e in leggera crescita per ristorazione, servizi e cooperative sociali. La redditività è ancora di segno positivo, ma fortemente ridimensionata già con i bilanci 2008; l’utile netto dovrebbe nel 2009 complessivamente confermarsi su cifre analoghe all’anno precedente, pur con dinamiche leggermente differenti tra i vari settori. Nel periodo 2005-2008 c’éstato un costante incremento dell’occupazione che è passata da 33 mila a 39 mila occupati e anche nel 2008 ha segnato un saldo positivo di oltre 2 mila unità, pari al + 5,7%. Con il 2009 la crescita occupazionale si fermerà: il saldo complessivo è leggermente negativo (-0,3%).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet