Legacoop Emilia Romagna traccia bilancio


Legacoop Emilia Romagna traccia il bilancio di metà mandato congressuale, mandato ricevuto nel dicembre del 2014 nel pieno della crisi iniziata nel 2008. Un bilancio a più voci, quella dei delegati riuniti al Savoia Regency Hotel di Bologna dal quale è emerso che la cooperazione, dall’inizio della crisi a oggi, ha messo a segno un incremento attorno al 7% sia del fatturato sia dell’occupazione. Lo ha sottolineato il presidente di Legacoop Emilia Romagna, Giovanni Monti, che guarda al futuro ricordando che il tratto distintivo della cooperazione è essere un’impresa che ha un ruolo innanzitutto sociale.
Legacoop in Emilia-Romagna è composta da circa 1.100 cooperative con oltre 127.000 addetti e sviluppa globalmente un fatturato di oltre 27 miliardi di euro. Una regione “guida” per il resto del Paese, secondo il presidente di Legacoop nazionale Mauro Lusetti.
Dietro ai numeri c’è la capacità di un movimento che anziché giucare su una linea difensiva, ha sottolineato Monti, “ha saputo fare importanti passi avanti, dall’unificazione delle Coop di consumo, con la nascita di Alleanza 3.0.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet