Legacoop dice basta: “Ripristinare la legalità”


BOLOGNA, 25 GEN. 2012 – I blocchi dei tir continuano e Legacoop Bologna lancia un appello: "Apprezziamo le dichiarazioni del ministro Cancellieri, ma a queste devono seguire precise azioni sul territorio nazionale per ripristinare la legalità". A parlare è il presidente Gianpiero Calzolari. "E’ necessario – spiega in una nota – contemperare il diritto di sciopero con i diritti più generali dei cittadini e delle imprese che allo sciopero, liberamente, hanno deciso di non aderire, scongiurando i blocchi selvaggi che stanno letteralmente mettendo in ginocchio l’economia del Paese". In uno scenario economico già difficile, "il blocco sta creando disagi enormi che si tradurranno in veri e propri danni economici per produttori e consumatori. Le nostre cooperative operanti nel settore agroalimentare e della distribuzione registrano gravi difficoltà di approvvigionamento" che "a cascata, avranno pesanti ripercussioni sulle stesse imprese in termini di mancate vendite e sulla popolazione in termini di reperibilità dei prodotti e di aumento dei prezzi". Le più importanti sigle dell’autotrasporto, ribadisce il presidente, "non hanno aderito al fermo, segno di una maturità delle categoria che merita tutto il dovuto rispetto e alla quale il Governo deve rispondere con l’immediato ripristino delle legalità nei luoghi in cui sono ancora attivi blocchi stradali, assicurando la libera circolazione delle merci e delle persone e il libero esercizio delle imprese e dei lavoratori".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet