Le perplessità sul Jobs act


Critico il mondo accademico, ottimista ma critico quello delle imprese: il Jobs Act divide, e continua a generare perplessità sulla reale valenza dei suoi risultati. Se n’è discusso all’Istituto Storico di Modena dove una conferenza puntava ad andare “oltre la retorica del Jobs Act”, partendo dai dati numerici che più che una ripresa testimoniano una fase di rimbalzo rispetto alla crisi. Il professor Michele Tiraboschi di UNIMORE ha fatto da contraltare agli entusiasmi di una legge di stimolo che tuttavia, secondo lui, non ha risolto i problemi strutturali dell’economia italiana. Come dimostrato dalla crescente disoccupazione giovanile. Fra aziende e sindacati, nel frattempo, è rottura prolungata. CGIL stima in sette milioni i posti di lavoro a rischio se i nuovi contratti nazionali collettivi non verranno stipulati, di cui un milione solo in Emilia-Romagna. Mentre le imprese rispondono reclamando strumenti sempre più snelli e flessibilità.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet