Le imprese emiliano-romagnole regine a Shanghai


BOLOGNA, 29 OTT. 2010 – Le creazioni di 13 imprese emiliano-romagnole, in passerella al MOCA per la sfilata “Dressed for all Seasons”, hanno sancito il grande successo della missione CNA Federmoda all’Expo di Shanghai. Le aziende partecipanti – 9.2, Artico, Ascot, Ave Caprice, Bruno Magli, Classe Ducale, Coccole Italia, Delves JK, Emmanuel Schvili, Grandifur, Lacompel, Le Fate e Made in BO – hanno potuto incontrare gli operatori commerciali cinesi e siglare così importanti accordi per l’esportazione di nostri prodotti. E a rendere ancora più improtante l’iniziativ, realizzata mercoledì 27 ottobre grazie al finanziamento della Regione Emilia-Romagna e dell’ICE, è stata la presenza del Presidente dell’ICE, dell’Ambasciatore Umberto Vattani, del Console Generale d’Italia Francesco Varriale e dialtre autorità italiane e cinesi. “Un evento, quello di Shanghai, che ha ancora una volta evidenziato come sui mercati internazionali il made in Italy sia apprezzato – ha commentato Antonio Franceschini, responsabile CNA Federmoda che ha accompagnato le imprese a Shanghai – è importante valorizzare e dare riconoscimento al valore aggiunto della manifattura italiana. Anche in Cina i canoni del made in Italy sono apprezzati e riconosciuti, è questo che ci chiedono in particolare gli operatori commerciali quindi sarà sempre più importante lavorare anche nel settore moda garantendo la tracciabilità dei prodotti”.Per seguire la sfilata e i successivi incontri che si sono svolti nella giornata di ieri, si sono mossi importanti operatori commerciali provenienti anche da altre città cinesi come Dalian e Pechino e anche operatori basati su Hong Kong. Promossa quindi a pieni voti la moda dell’Emilia-Romagna dagli attenti esaminatori cinesi. Sull’onda di questo successo, già CNA Federmoda sta elaborando prossimi appuntamenti che saranno al vaglio del confronto con gli imprenditori del settore già nelle prossime settimane.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet