Le galline non vanno in crisi


in collaborazione con Teleromagna25 MAR. 2009 – Un settore in salute che anche quest’anno sembra assistere ad un’escalation di cifre positive dopo il 2008, quando si è registrato un +7% del fatturato complessivo nazionale. Questo lo scenario in cui si colloca FierAvicola, il Salone Internazionale Avicolo e Cunicolo che si svolgerà dal 2 al 4 aprile alla Fiera di Forlì. La 46esima edizione della manifestazione ospiterà oltre 250 espositori del comparto avicunicolo: dagli allevatori alle aziende specializzate, e ancora, spazio anche ai produttori di uova e mangimi ed a chi si occupa di lavorazione delle carni.In Italia e soprattutto nel distretto forlivese la produzione sia di carne avicola (in cui il nostro paese è alle spalle di Francia, Regno Unito e Spagna), sia di uova, dove siamo i secondi produttori dopo la Francia, con un quantitativo annuo medio di circa 13 miliardi di uova, è di qualità superiore e riconosciuta dagli Enti certificatori e di controllo. Riflettori accesi quest’anno anche sul valore della comunicazione per l’intera filiera e su come questa contribuisca ad affermare il posizionamento di un prodotto o di un servizio evidenziandone i plus, creando un reale valore aggiunto per l’azienda. Le porte di FierAvicola quest’annno si apriranno a delegazioni estere provenienti da Kazakistan, Uzbekistan, Moldova, Russia, Ucraina e Turchia, Una cinquantina di buyer incontreranno gli espositori portando reali opportunità di business a chi è interessato a questi nuovi mercati che si stanno affermando nel settore avicolo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet