Le facilitazioni per anziani e famiglie previste dal governo


REGGIO EMILIA, 16 MAR. 2009 – Le informazioni contenute qui di seguito si riferiscono agli atti legislativi in vigore mentre andiamo online. Non sono quindi da escludere deroghe e modifiche successive. Per ulteriori informazioni e le pratiche assistenziali rivolgersi alle sedi CGIL, SPI, INCA e Teorema servizi Fiscali.CARTA ACQUISTI E’ una tessera per acquisti alimentari presso negozi convenzionati con il Circuito Master Card, serve anche per pagare bollette energia e gas presso gli uffici postali. Ha un valore massimo annuo di 480 euro e viene ricaricata ogni due mesi con valore bimestrale di 80 euro. Ne hanno diritto i cittadini italiani residenti con età da 65 a 69 anni e un reddito inferiore a 6.000 euro annui, con età da 70 anni con un reddito inferiore a 8.000 euro annui e inoltre in ogni caso devono avere un reddito ISEE inferiore a 6.000 euro (anno 2007 oppure 2008). Ne hanno diritto inoltre le famiglie con reddito ISEE inferiore a 6.000 euro nelle quali ci sia un minore con meno di tre anni di età. Oltre ai requisiti sopracitati per averne diritto occorrono inoltre tutta un’altra serie di condizioni, per le quali è opportuno fare gli accertamenti tramite lo SPI e gli altri servizi CGIL e per compilare la domanda da presentare presso un ufficio postale. Coloro che non hanno fatto domanda entro il 31 dicembre 2008 non beneficeranno dell’ultimo trimestre 2008 ma è possibile ugualmente con gli adeguati requisiti previsti ottenere la carta per il 2009 a partire dal bimestre successivo alla data di presentazione della domanda stessa. BONUS FAMIGLIA E’ un intervento una tantum per il solo 2009. E’ rivolto ai soli lavoratori dipendenti e pensionati. E’misurato sul reddito complessivo del singolo o del nucleo familiare riferito all’anno 2007 (a scelta anche sul reddito dell’anno 2008). E’ concesso ad un solo componente del nucleo familiare. Se la domanda è stata presentata entro il 31 Gennaio 2009 al datore di lavoro o all’ente che eroga la pensione il bonus sarà pagato con la mensilità del mese di febbraio 2009 ai lavoratori dipendenti e nel mese di marzo 2009 ai pensionati. In tutti i casi in cui il bonus non viene erogato dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico, si dovrà fare richiesta all’Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 31 marzo 2009. Se il reddito preso a riferimento è relativo ai redditi 2008 si dovrà fare domanda all’Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 30 Giugno 2009, o potrà essere richiesto con la prossima dichiarazione dei redditi. Tabella esplicativa 200 € spettano a un nucleo familiare di un componente pensionato, qualora il reddito non superi i 15.000 euro. 300 € a il nucleo familiare di due componenti, qualora il reddito complessivo non sia superiore a 17.000 euro. 450 € a il nucleo familiare di tre componenti, qualora il reddito complessivo non sia superiore a 17.000 euro. 500 € a il nucleo familiare di quattro componenti, qualora il reddito complessivo non sia superiore a 20.000 euro. 600 € a il nucleo familiare di cinque componenti, qualora il reddito complessivo non sia superiore a 20.000 euro. 1000 € a il nucleo familiare di oltre cinque componenti, qualora il reddito complessivo non sia superiore a 22.000 euro e per il nucleo familiare con portatori di handicap a carico, se il reddito totale non supera i 35.000 euro. BONUS ENERGIA ELETTRICA E’ stato varato dal governo Prodi insieme ai provvedimenti previdenziali, sociali e fiscali nell’ambito della legge finanziaria 2008. E’ uno sconto applicato alle bollette dell’energia elettrica per 12 mesi, riservato ad utenti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 KW. Al termine di tale periodo per ottenere un nuovo bonus l’utente dovrà rinnovare la richiesta di ammissione. E’ rivolto ad utenti in “disagio economico” con un reddito ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) inferiore ai 7.500 euro. E’ rivolto ad utenti nel cui nucleo familiare sono presenti persone in “disagio fisico”, le cui gravi condizioni di salute richiedono l’utilizzo di apparecchiature medico terapeutiche necessarie per la loro esistenza in vita ed alimentate ad energia elettrica. Gli sconti per “disagio economico” e “disagio fisico” sono cumulabili in presenza dei rispettivi requisiti di ammissibilità. Importi del Bonus per disagio economico: – 60 euro/anno per nucleo familiare di 1/2 persone – 78 euro/anno per nucleo familiare di 3/4 persone – 135 euro/anno per nucleo familiare superiore a 4 persone Importo bonus per disagio fisico: 150 euro/anno fino a quando sussiste la malattia che impone l’uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili al mantenimento in vita Il bonus decorre annualmente dal 2009 Per ottenere la retroattività a tutto il 2008 occorre presentare la domanda ENTRO IL 31 MARZO 2009.  La domanda va presentata presso il comune di residenza, su apposita modulistica, con copia di attestazione ISEE e/o certificazione ASL (per disagio fisico), unitamente alla copia del proprio documento di identità, stato di famiglia, i dati del contratto di fornitura reperibili sulle bollette. In collaborazione con Spi-Informa, giornale di informazione del Sindacato pensionati italiani di Reggio Emilia

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet