Le dipendenti Omsa “tutte in piedi” con Santoro


FAENZA (RA), 16 GIU. 2011 – Michele Santoro le ha invitate e loro hanno immediatamente accettato. Ci saranno anche le lavoratrici della Omsa domani alla serata "Tutti in piedi", in programma all’interno della Festa organizzata a Bologna dalla Fiom Cgil "Signori entra il lavoro". "Per noi – ha detto in una nota Samuela Meci della Filctem Cgil di Faenza – è importante che Santoro e il suo staff tengano alla nostra presenza. Grazie a loro infatti dopo aver partecipato prima al Paladozza di Bologna a ‘Raiperunanotte’ e poi ad un collegamento con Anno Zero dal Masini di Faenza, la vertenza Omsa è arrivata ad essere conosciuta a livello nazionale". Da allora, ha osservato ancora, "l’Omsa è stata paragonata alla Fiat dal momento che entrambe le aziende hanno deciso di delocalizzare per aumentare profitti a scapito dei lavoratori italiani: i lavoratori Fiat sono stati ricattati per mantenere un lavoro, alle lavoratrici Omsa hanno portato via anche quello. E a distanza di 15 mesi dall’inizio di questa dura lotta per il diritto al lavoro non ci sono assolutamente risposte per il futuro delle 242 lavoratrici rimaste". Alla serata di domani, conclude la nota, "parteciperemo con un bel gruppo di donne Omsa, tutte con i loro grembiuli verdi per essere visibili fra le tante persone che saranno presenti alla serata, e felici di partecipare alla festa della Fiom perché si riconoscono nelle lotte che questa grande Categoria sindacale sta portando avanti per la difesa e i diritti del lavoro".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet