Le amministrative in Emilia-Romagna comune per comune


BOLOGNA, 2 MAR. 2011 – Il ritorno di un sindaco a Bologna ha una scadenza fissata. Il 15 e 16 maggio, data delle elezioni amministrative, i bolognesi porranno la parola fine al periodo di commissariamento iniziato un anno fa dopo le dimissioni del sindaco Delbono. In provincia di Bologna si va alle urne anche a Monghidoro e a Gaggio Montano.Una sola provincia andrà al voto: Ravenna dove si rinnoverà anche l’amministrazione comunale. Urne aperte anche a Rimini (circa 130 mila abitanti), a Cattolica a Monte Colombo, Novafeltria e Pennabilli.In provincia di Ferrara si vota a Cento e in sei piccoli comuni: Codigoro, Formignana, Goro, Portomaggiore, Tresigallo, Vigarano Mainarda.Per la provincia di Modena oltre a Finale Emilia è interessato il territorio della montagna con Pavullo nel Frignano, Sestola, Monte Fiorino, Palagano e Zocca.In provincia di Parma: Salsomaggiore Terme, coi suoi 18 mila abitanti è il comune più importante. Dopo ci sono Borgo Val di Taro, Busseto, Fontanellato, Neviano degli Arduini, Sala Baganza, Salsomaggiore Terme, San Secondo Parmense, Traversetolo.Nel piacentino sono sette le amministrazioni da rinnovare: Fiorenzuola d’Arda Rottofreno, Agazzano, Borgonovo Val Tidone, Cadeo, Cortemaggiore, e Gropparello.In provincia di Reggio Emilia: Casina, Castellarano, Collagna, San Martino in Rio, Villa MinozzoIn provincia di Forlì-Cesena: Cesenatico Bertinoro, Gatteo, Sogliano al Rubicone.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet