Adecco, Italia 40/a per attrattività nuovi talenti


Nella corsa ad attrarre nuovi talenti, l’Italia strappa – a livello mondiale – la 40/a posizione su 118 Paesi. A stabilirlo è il ‘Global Talent Competitiveness Index’ realizzato da Adecco – multinazionale di selezione del personale – in collaborazione con Insead e Human Capital Leadership Institute che vede però Bologna, Milano e Torino tra le prime 50 città. La classifica ‘Gtci 2017’, basata sulle capacità di sviluppare, attirare e fidelizzare i talenti, vede in testa la Svizzera, seguita da Singapore e Regno Unito. Tra le nazioni dell’Unione Europea, il Lussemburgo si classifica al 7/o posto, seguito da Danimarca, Finlandia, Norvegia, Olanda e Irlanda. Posizione numero 17 per la Germania mentre la Francia è 24/a, la Spagna 35/a e l’Italia, al 40/o posto risulta solo di poco più
attrattiva della Grecia, 43/a. “L’Italia – commenta in una nota Andrea Malacrida, amministratore delegato del Gruppo Adecco in Italia – si conferma anche quest’anno intorno alla quarantesima posizione. Un dato che deve fare riflettere in particolare sulla capacità del Paese di creare strumenti funzionali allo sviluppo e alla competitività del nostro sistema economico”.
Guardando alle città più attrattive per i talenti, il terzetto di testa è composto da Copenhagen, Zurigo e Helsinki seguite – tra le prime dieci – da San Francisco, Gothenburg, Madrid, Parigi, Eindhoven, Los Angeles e Dublino. La prima delle italiane è Bologna che si attesta alla 26/a posizione, precedendo Milano, 31/a e Torino 35/a.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet