Lapam: “Riqualificazione e ristrutturazioni per la ripresa”


Le piccole e medie imprese e i cittadini sono spesso restii all’adozione di soluzioni innovative per l’efficienza energetica e la ristrutturazione di case e imprese, soprattutto per la difficoltà di orientarsi in un ambito poco conosciuto. Per questo motivo Lapam Confartigianato, in collaborazione con Unica Network e Banca Mediolanum, ha voluto organizzare un seminario dal titolo “Il miglior investimento? La tua casa”. La serata ha visto una sala gremita di imprenditori e semplici cittadini curiosi di scoprire le numerose opportunità che la riqualificazione del patrimonio immobiliare e il risparmio energetico, unite alla possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali e di un finanziamento bancario, possono offrire.

 

“Oggi in Italia non c’è più la possibilità di spendere, anzi è necessario risparmiare – ha sottolineato nel suo saluto Carlo Alberto Rossi, segretario generale Lapam – e il problema delle bollette del gas e dell’elettricità sta diventando pesante sia per le case che per le aziende. Questo incontro vuole illustrare le possibilità di cambiamento che sono alla portata di tutti, grazie alla proroga delle agevolazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica degli edifici. La nostra associazione si è fortemente battuta perché ciò accadesse, raccogliendo più di 3000 firme di imprenditori. Il sostegno che Banca Mediolanum offre finanziando questi interventi di riqualificazione è un segnale importante di apertura del sistema creditizio verso le pmi”.

 

“Ogni anno le bollette di gas ed elettricità aumentano del 7%, quindi conti alla mano, secondo stime Enel, se oggi la mia casa mi costa 2400 euro, tra 10 anni mi sarà costata circa 38 mila euro, tra 20 poco meno di 108.000 euro e tra 30 quasi 245 mila euro – ha spiegato Stefano Ferretti di Unica Network -. Cifre veramente importanti che oggi possono essere ridotte grazie ai vantaggi offerti dalle energie rinnovabili e alla possibilità di auto prodursi l’energia, oltretutto senza inquinare il pianeta”.

 

“Puntare sul mattone è, secondo noi, il modo migliore per far ripartire un’economia che al momento è asfittica – ha commentato Alessandro Zanella di Banca Mediolanum – per questo abbiamo deciso di incentivare, con prodotti dedicati, gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica, sfruttando anche i benefici fiscali messi in campo dallo Stato per tutto il 2014 e parte del 2015”. “La nuova Legge Regionale in materia di semplificazione sulle trasformazioni edilizie dà la possibilità di fare interventi con le segnalazioni certificate, pratiche immediate che danno la possibilità di iniziare subito lavori – ha sottolineato Marcella Garulli, responsabile ufficio trasformazione edilizia del Comune di Modena -. Prima gli interventi erano soggetti a iter burocratici molto più lunghi e necessitavano di titoli edilizi più complessi. Queste semplificazioni sono già state recepite dai regolamenti comunali e il Comune di Modena si è già allineato con delibere del dicembre 2013”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet