Lapam contro la tares


Con il 31 gennaio, scadenza prevista dal Comune di Sassuolo, si conclude il giro di “valzer” nei Comuni, facenti parte dell’Unione Comuni Distretto Ceramico, per pagare il saldo Tares 2013; a Formigine la scadenza era stata fissata per il 30 novembre 2013, a Maranello per il 31 dicembre 2013 e a Fiorano per il 24 gennaio 2014 sempre per rimanere in tema di armonizzazione. “Ma quello che le PMI veramente non riescono a sopportare e a giustificare – afferma Corrado Bizzini, presidente Lapam Zona di Sassuolo – è l’importo complessivo che hanno dovuto pagare per questo ennesimo ‘balzello’, calcolato su criteri che son ben diversi dal calcolo del tributo sulla quantità reale di rifiuti prodotti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet