Lapam: bene saldi anticipati


“L’inizio dei saldi già a partire da sabato 3 gennaio rappresenta una scelta obbligata: è noto infatti che ormai le vendite promozionali, con sconti già molto consistenti, sono cominciate ben prima di Natale e che, nonostante questo, le aziende del commercio continuano a soffrire la contrazione continua dei consumi interni. Modena, purtroppo, non fa eccezione”. Rita cavalieri, presidente provinciale Licom, commercianti aderenti a Lapam Confartigianato di Modena e Reggio Emilia, commenta senza particolare ottimismo i numeri del commercio legato alle vendite natalizie: “E’ vero che alcuni settori reggono meglio di altri, ad esempio elettronica e telefonia, ma è soprattutto vero che all’interno dei singoli comparti vi è grande disparità tra negozi che hanno investito e che si sono riconvertiti in questi anni di crisi e altri che hanno gestito l’esistente in modo conservativo. Per tutti però il periodo dei saldi è determinante per salvare la stagione. Penso in particolare all’abbigliamento e calzature, che resta uno dei settori merceologici in più grave difficoltà, che potrà avere finalmente un po’ di sollievo. Anticipare i saldi non significa acuire la crisi del commercio – conclude Rita Cavalieri – ma semplicemente prendere atto delle dinamiche in corso. L’auspicio è che l’inizio del nuovo anno porti finalmente una inversione di tendenza: troppi commercianti hanno dovuto alzare bandiera bianca di fronte alla crisi, è tempo che chi può intervenire (amministrazioni locali e Governo centrale in primis) raccolga il grido di allarme dell’intero settore”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet