Lamborghini, l’auto di lusso non conosce crisi


SANT’AGATA BOLOGNESE (BO), 15 APR. 2009 – Positivo il 2008 per Automobili Lamborghini, la società di Sant’Agata Bolognese del gruppo Volkswagen. Il fatturato è cresciuto del 2,5% passando a 478,8 milioni dai 467,1 milioni del 2007. L’utile ante imposte è salito a 60 milioni dai 47,1 milioni dell’anno precedente, registrando un incremento del 27,4%. Il ros è stato pari al 12,5% rispetto al 10,1% del precedente esercizio. In aumento dell’1% anche le vendite con 2.430 vetture consegnate (2.406 nel 2007). "Con questo nuovo record di vendite e profitti, abbiamo raggiunto il miglior risultato economico nella storia dell’azienda", ha commentato Stephan Winkelmann, presidente e amministratore delegato. In Europa le vendite sono rimaste stabili: mercati tradizionali, come Germania e Gran Bretagna, hanno mostrato una lieve contrazione, mentre l’Italia ha registrato un incremento del 10% con 230 vetture consegnate (209 nel 2007), attestandosi come secondo mercato a livello mondiale. Il maggior tasso di crescita è stato raggiunto in Medio Oriente e nei principali mercati asiatici. Nell’area mediorientale, e in particolare negli Emirati Arabi Uniti, le vendite sono aumentate del 66%, con 166 auto vendute rispetto alle 100 dell’anno precedente. In Estremo Oriente la Cina ha più che raddoppiato le vendite, passando dalle 28 vetture consegnate nel 2007 alle 72 nel 2008. L’incidenza del Medio Oriente e dell’Estremo Oriente sulle vendite totali 2008 è stata pari al 21,8% rispetto al 15% dell’anno precedente.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet