Lamborghini, 2016 chiuso con record di vendite


Nuovo record di vendite per Lamborghini: con 3.457 vetture consegnate in tutto il mondo nel
2016, il produttore automobilistico di supersportive ha superato per la prima volta la soglia delle 3.400 unità. Con una rete commerciale di 135 concessionari in 50 Paesi, le vendite hanno segnato un aumento del 7% rispetto all’anno precedente e così la crescita continua negli ultimi sei anni supera di 2,6 volte il volume di vendite del 2010. Con 1.041 unità gli Usa si confermano il primo mercato, seguiti da Giappone, Regno Unito, Germania, Canada, Medio
Oriente e Cina. Grazie alla Huracán, il 2016 si è rivelato inoltre l’anno di maggior successo nella storia di Lamborghini per le vendite del modello V10, con 2.353 esemplari di Huracán
Coupé e Spyder consegnati ai clienti (rispetto ai 2.242 del 2015). L’Aventador, modello a 12 cilindri prodotto in 1.003 unità nel 2015, è passato a 1.104 unità nel 2016 e ha sancito il
proprio successo con l’esemplare numero 6.000 prodotto in dicembre. “Nel 2016 Lamborghini ha dimostrato di essere un’azienda di successo segnando un nuovo primato di vendite e continuando a dimostrarsi al di sopra dei principali obiettivi commerciali”,
ha detto Stefano Domenicali, chairman e ceo di Automobili Lamborghini Spa. “Questo record assoluto – ha aggiunto – conferma ancora una volta il valore del nostro marchio, del
nostro prodotto e della nostra strategia commerciale. È un vero successo di squadra, reso ancora più straordinario se si pensa a quello che accadrà nel prossimo futuro. Non solo stiamo preparando i nuovi modelli della gamma di supersportive, ma siamo anche impegnati ad affrontare un cambiamento radicale per tutta l’azienda con l’introduzione del terzo modello”. A partire dal 2018, infatti, ci sarà il nuovo Suv Urus: oltre ad un aumento nella crescita e nelle opportunità del marchio, si prevede che l’Urus determinerà anche un incremento sostanziale della capacità produttiva dello stabilimento. Le nuove strutture
a Sant’Agata Bolognese saranno completate entro il 2017.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet