L’allevamento del futuro


Lo ha disegnato personalmente Luigi Cremonini: è l’allevamento del futuro realizzato in soli sette mesi a Jolanda di Savoia in provincia di Ferrara da Bonifiche Ferraresi, società dal 2015 partecipata anche da Inalca. Un progetto nato per integrare maggiormente la filiera della carne italiana che arriva in un momento in cui il mercato deve fare in conti con l’aumento di vegetariani e vegani e soprattutto con i timori per l’allarme lanciato dall’organizzazione mondiale della sanità sul consumo di carne rossa. E anche per questo al convegno inaugurale, promosso da Assocarni e Coldiretti incentrato sulla zootecnia 4.0 ha voluto partecipare il ministro della Salute Beatrice Lorenzin mentre il ministro all’Agricoltura Martina era in video conferenza.
Beatri Lorenzin
In Italia le macellazioni calate di oltre il 10% negli ultimi sette anni e 4 mila stalle bovine hanno chiuso i battenti mentre le importazioni sono al 40%. Anche per questo il nuovo allevamento vuole dare un impulso: su 33mila metri quadri sono dieci le stalle in grado di ospitare fino a 9mila capi di bestiame che saranno nutriti con razioni provenienti da campi di Bonifiche ferraresi.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet