L’Aeroporto di Bologna diventa “green”


Si chiama Decarbonated Airport Region. È il nuovo progetto europeo per ridurre le emissioni di CO2 che coinvolge 10 aeroporti in tutta Europa tra i quali spicca il Marconi di Bologna su cui i tecnici stanno lavorando per farlo diventare CO2 FREE. Un accordo nato nel 2008 tra Regione, Provincia e Comune di Bologna e Sab e che gode di 2 milioni di euro di fondi europei. L’obiettivo è quello di ridurre le emissioni di CO2 attraverso azioni mirate di miglioramento e innovazione delle attività e dell’accessibilità all’aeroporto.

Dalla sostenibilità ambientale a quella economica. Nonostante il periodo di crisi, il Marconi di Bologna continua a crescere. Nel 2013 sono stati infatti raggiunti i 6 milioni di passeggeri ma entro il 2022 l’obiettivo è quello di ospitarne 10 milioni. Per fare questo servono nuove strategie e nuovi investimenti. In programma ci sono interventi di riqualificazione per 17 milioni di euro che consentiranno di terminare i lavori di riqualificazione del terminal passeggeri, con aree più spaziose. Continueranno poi i lavori di riqualificazione delle piste e dovrebbero essere conclusi anche quelli dei fingers.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet