La Uil di Modena: “Nessuno scandalo, ma Fiat rispetti gli accordi”


MODENA, 4 OTT. 2011 – “Una scelta discutibile, ma non scandalosa”: Luigi Tollari commenta così la decisione della Fiat di uscire da Confindustria. “Nessuno può obbligare un’azienda a rimanere all’interno di un’associazione di categoria – continua Tollari – così come nessun lavoratore è obbligato ad aderire a un sindacato”. Secondo il sindacalista, la Fiat deve rispettare gli accordi già firmati, in caso contrario la Uil adotterà tutti le misure necessarie per contrastare i comportamenti antisindacali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet