La tecnologia System si afferma nel distretto ceramico


L’innovazione System non si arresta e cattura un altro grande nome, questa volta nel Distretto ceramico. È GranitiFiandre, società del grande gruppo Iris, ad aver scelto la tecnologia GEA di System per la produzione di lastre planari di grande formato. È la prima pressa a spessore variabile che entrerà in funzione nel Distretto ceramico. Entro pochi mesi sarà avviata nello stabilimento di Castellarano (RE) una produzione di superfici fino al formato 3,2 per 1,6 metri con soli 60 kw/h di consumo. Rispetto all’utilizzo di una pressa tradizionale, il risparmio energetico dello stabilimento sarà pari al 50%.

 

La fornitura consiste in una nuova linea System Lamina con la pressa senza stampo GEA che entrerà in funzione a luglio 2014. La planarità perfetta del prodotto finito, l’assenza di tensioni materiche, la possibilità di realizzare lastre con spessore variabile da 3 a 20 millimetri e la flessibilità nel creare superfici strutturate sono state le discriminanti che hanno portato all’esito positivo dell’incontro tra i due colossi e alla firma dell’accordo siglato in questi giorni direttamente tra Romano Minozzi, presidente Gruppo Iris, e Franco Stefani, presidente Gruppo System. La soluzione del nodo legato alla flessibilità e all’alta efficienza della tecnologia GEA grazie a cui l’industria potrà produrre, con una sola pressa, superfici ceramiche dallo spessore variabile e in lotti grandi o piccoli in base alle necessità.

 

Il processo Lamina ha poi un altro vantaggio importante per le industrie che nel mondo stanno adottando la stessa tecnologia che è la possibilità di realizzare rilievi superficiali strutturati fino massimo 1,8 mm. Hanno già scelto la tecnologia GEA Laminam, Panaria Group, Kale, Levantina in Italia, The Size in Spagna, Kütahya in Turchia, SCG Group in Thailandia e Platinum in Indonesia.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet