La Spaxs di Corrado Passera acquista Banca interprovinciale


La Spaxs di Corrado Passera ha identificato la propria ‘società target’ e in tempi record dal collocamento a fine gennaio ha chiuso l’acquisto di Banca Interprovinciale, piccolo istituto commerciale modenese nato nel 2009, con sette filiali nelle province di Bologna, Modena e Reggio Emilia. Patrimonio netto di 60 milioni, totale attivo per 1 miliardo, nell’operazione viene valutata 56 milioni. Spaxs nel comprerà il 91,4% per 51,2 milioni di euro. “Con l’operazione Spax entra, in soli due mesi, nel vivo del progetto imprenditoriale per cui è nata e di cui l’acquisizione di Banca Interprovinciale rappresenta un importante tassello”, ha commentato Passera. “Banca Interprovinciale – ha aggiunto – ha tutte le caratteristiche che stavamo cercando: è solida e sana, ha una struttura leggera e flessibile e ha le dimensioni adeguate all’avvio del nostro progetto”. Sarà dunque Banca Interprovinciale la piattaforma con cui la spac, acronimo di special purpose acquisition company, svilupperà il progetto di Passera: una banca dedicata al segmento delle pmi con potenziale, attiva nel mercato degli npl e nell’offerta di servizi bancari ad alto tasso di digitalizzazione per famiglie e imprese. Gran parte delle risorse per 600 milioni raccolte al collocamento istituzionale di Spaxs del 26 gennaio potranno venir dedicate allo sviluppo del progetto istituzionale. La spac promossa da Corrado Passera e Andrea Clamer ha poi sottolineato un’operazione realizzata in tempi più rapidi del previsto, come pure una diluizione dei soci Spaxs non significativa: il 72% di Banca Interprovinciale sarà pagato in contanti, rispetto a all’ipotesi iniziale di acquisto tutto in azioni. L’istituto modenese fa capo a un gruppo di imprenditori e privati emiliani, legati in un patto con l’82,6% del capitale. La pattuglia più rilevante è collegata al presidente Umberto Palmieri, su iniziativa del quale è nata la banca, mentre il socio singolo con più quote è la Carim (gruppo Credit Agricole Cariparma), con il 10%.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet