La Snam fuori dall’Eni piace a Confindustria Ceramica


28 MAG. 2012 – Pubblichiamo la nota stampa del Presidente di Confindustria Ceramica cav. Franco Manfredini in merito al Decreto del presidente del Consiglio dei ministri varato venerdì scorso e che definisce la separazione proprietaria di Snam da Eni. "Il caro energia che l’industria Italiana da sempre lamenta può trovare finalmente una prospettiva di soluzione, che va oltre i soliti palliativi di provvedimenti che di volta in volta abbiamo dovuto mendicare alle autorità o ai monopolisti, potendo usufruire, a parità di condizioni, delle stesse opportunità che il mercato offre agli operatori economici degli altri paesi.Ritengo che questo provvedimento non danneggi nemmeno la stessa Eni, la quale non potrà che trarre beneficio dalla focalizzazione della sua attività nella ricerca, estrazione e vendita degli idrocarburi a livello internazionale.La creazione di una rete di trasporto autonoma e accessibile è evidentemente anche la precondizione, come giustamente affermato dal ministro Corrado Passera, affinchè con il contemporaneo sviluppo delle infrastrutture, quali rigassificatori, e stoccaggi, l’Italia possa diventare lo snodo del gas nell’area del Mediterraneo.E’ finalmente un provvedimento che va sicuramente nella direzione dello sviluppo, senza incidere negativamente sulle finanze pubbliche, anzi favorendo, con la crescita dell’economia, la uscita dalla crisi epocale che ci sovrasta”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet