La Runner di nuovoa Cavezzo


©TrcMODENA, 11 GEN. 2013 – Quel ritorno alla normalità, così tanto agognato, si è concretizzato questa settimana, grazie anche agli ultimi giorni di festività, sfruttati proprio per effettuare il trasloco. Oggi la Runner di Cavezzo, piccola azienda con una decina di dipendenti specializzata nella produzione di tapis roulant e macchine per la riabilitazione, è rientrata nella propria sede originaria di via Di Vittorio dopo appena 7 mesi dal terremoto. Il capannone aveva retto tutto sommato bene al sisma: nessun crollo vero e proprio, ma le crepe nelle traversine e nel controsoffitto ne avevano decretato l’inagibilità. Nonostante ciò, la produzione non si è mai fermata: grazie alla determinante offerta di un’altra azienda, fino a quel momento sconosciuta. Il temporaneo trasferimento a Modena ha così permesso alla Runner di ristrutturare in tempi brevi la propria storica sede, rendendola interamente antisismica. Lavori realizzati grazie ad un enorme sforzo finanziario sostenuto interamente dai titolari, che oggi lamentano ancora l’assenza di notizie certe sui tempi e le modalità di erogazione dei contributi pubblici.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet