La Regione va in soccorso del Parmigiano-Reggiano


21 OTT. 2009 – In tempi di crisi, meglio salvaguardare i gioielli di famiglia. E la Regione Emilia-Romagna, decidendo di sostenere dal punto di vista finanziario le aziende del Parmigiano-Reggiano, lo ha fatto. Anche qui, infatti, il comparto lattiero-caseario è in forte difficoltà. In aiuto ai produttori, però, arriveranno già nelle prossime settimane 3 bandi che mettono a disposizione ulteriori risorse per abbattere il costo del denaro. Si parla – in totale – di circa 24 milioni di euro, che saranno spendibili già dai primi mesi del 2010.Gli obiettivi della Regione sono 4: aiutare le imprese per l´esposizione finanziaria, sostenere i progetti imprenditoriali innovativi, salvaguardare la qualità del latte e del formaggio e fare promozione sui nuovi mercati. A tale proposito, sono stati stanziati 5,3 milioni di euro, di cui 1 milione 800 mila per ridurre di 2 punti il costo del denaro del credito di conduzione, 1 milione 500 mila per abbattere fino a un massimo di 3 punti quello dei mutui per realizzare investimenti e i restanti 2 milioni per aumentare le garanzie offerte dai Consorzi fidi.  Ma questa iniziativa è solo l’ultima in ordine di tempo di una serie di provvedimenti che la Regione ha adottato, non solo sul fronte del credito, per sostenere il comparto del Parmigiano-Reggiano. A partire dai 18 milioni di euro di risorse aggiuntive che la giunta Errani ha scelto di destinare al settore grazie al Programma di sviluppo rurale. Si tratta, in particolare, di 11 milioni di euro a favore della misura 121 (ammodernamento delle aziende agricole) e 7,8 milioni di euro a favore della misura 123 (accrescimento del valore aggiunto dei prodotti).Con queste risorse, salgono quindi a quasi 72 milioni di euro i finanziamenti pubblici che il Psr 2007-2013 mette a disposizione per il comparto del Parmigiano-Reggiano. Ventotto milioni saranno erogati attraverso un bando – in scadenza il 16 novembre prossimo – per i progetti di filiera. Sono, invece, già stati erogati tra il 2008 e il 2009 15, 3 milioni di euro per l’ammodernamento delle aziende agricole del comparto lattiero-caseario, 3,7 milioni di euro per l’insediamento dei giovani agricoltori e 6 milioni di euro per l’accrescimento del valore aggiunto dei prodotti."La Regione – ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni – ha messo in campo alcune opportunità importanti e, di fronte a una crisi così pesante, ha reperito risorse che hanno carattere straordinario, con la consapevolezza che il Parmigiano-Reggiano è non solo una bandiera ma è anche un pezzo importante dell´economia di questa regione. Abbiamo fatto un intervento fuori dal comune, sia dal punto di vista delle risorse, sia dal punto di vista delle finalità che caratterizzano il nostro intervento".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet