La Regione scopre i social network e punta sul web


BOLOGNA, 09 SET. 2009 – La Regione Emilia-Romagna decide di rinnovarsi e di investire su Internet, per stare al passo con i tempi e ed entrare sempre più in contatto con i cittadini. In particolare, in viale Aldo Modo si è deciso di puntare sui social network, diventati ormai i luoghi per eccellenza di aggregazione e condivisione – seppur virtuale – tra le persone giovani e non solo. E’ stato dunque messo a punto un nuovo sito contenente informazioni istituzionali e numerosi file video e audio, ma anche il potenziamento della presenza su Youtube e, soprattutto, lo sbarco su Facebook e Twitter, per condividere le attività e gli appuntamenti più importanti della Regione.Da oggi è online InformER, il sito dell’Agenzia informazione e ufficio stampa della Giunta dell’Emilia-Romagna (www.inform-er.it). L’obiettivo della Regione è farne un canale attraverso cui poter raccontare le campagne istituzionali e dare accesso a tutti i prodotti informativi realizzati dall’Agenzia. Vale a dire newsletter, programmi audio e video, pubblicazioni e riviste, ma non solo. Sul web sarà accessibile anche il materiale della Sala stampa: fotonotizie, comunicati, archivio fotografico, agenda degli uffici stampa, video e radio comunicati.Tra le novità, inoltre, c’è Crossmedia, un motore di ricerca dei filmati della Regione. File video e audio provenienti da Youtube, dalla trasmissione Vista da vicino, dai servizi di RadioEmiliaRomagna – la prima radio in podcast di una Regione italiana – e da Magazzini sonori, il portale musicale dell´Emilia-Romagna con una free zone riservata ai gruppi emergenti.Parallelamente al sito istituzionale, è stato sviluppato un nuovo servizio per visitatori e turisti su EmiliaRomagnaTurismo.it (www.emiliaromagnaturismo.it): nella sezione “dove dormire” è disponibile una funzione di ricerca che permette di visualizzare su mappa georeferenziata (indicata come “mappa di ricerca”) tutti i tipi di strutture ricettive presenti in Regione: dall’albergo di lusso al campeggio. La mappa di ricerca utilizza le funzionalità di Google, già conosciute dai turisti di tutto il mondo, ed è frutto di un intervento complesso. Ha richiesto la collaborazione delle nove Province per l’omogeneizzazione dei principali dati sulle strutture ricettive presenti nelle loro banche dati, e l’adozione di un sistema standard di trasmissione dei contenuti dalle Province alla Regione. Si è così costituita una base dati regionale su tutte le strutture ricettive, che ora è possibile interrogare e visualizzare anche tramite mappa. Un help in linea aiuta comunque negli utilizzi più raffinati e nelle richieste più particolari. L’offerta informativa dell´Agenzia su Internet – che continuerà a servirsi del portale Ermes, della newsletter e del servizio di sms gratuiti – viene comunque ulteriormente rafforzata dall’uso dei social network. La Regione ha infatti aperto una finestra informativa su Twitter (twitter.com/regioneer), con cui fornisce informazioni-lampo costante mente aggionate ai cittadini. La nuova pagina su Facebook (www.facebook.com/pages/Bologna-Italy/Regione-Emilia-Romagna/150077323746) passa invece in rassegna tutti gli appuntamenti a cui la Regione partecipa e ospita anche album fotografici degli eventi che si sono già tenuti. E per quanto riguarda i video, da ormai un anno è online il canale dedicato su Youtube (www.youtube.com/videoermes).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet