La Regione investepiù di 2 milioni in apicoltura


BOLOGNA, 22 LUG. 2013 – La Regione sosterrà con 2 milioni e 121mila euro l’apicoltura emiliano-romagnola, che grazie a 6mila operatori e 104mila alveari, produce 2.700 tonnellate di miele per anno, il 12% della produzione nazionale. Lo prevede il Programma 2014-2016 dell’Assessorato all’agricoltura, che ha il via libera dell’Assemblea legislativa. Le risorse serviranno a promuovere lo sviluppo dell’apicoltura, e attività di promozione di miele e altri prodotti dell’ape. Previste anche iniziative di ripopolamento.“L’apicoltura è una fonte di reddito, ma le api sono anche un indicatore importante della qualità ambientale di un territorio – ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Tiberio Rabboni – Ben venga dunque la decisione della Ue di vietare l’uso di insetticidi appartenenti alla famiglia dei neonicotinoidi, proprio perché considerati dannosi per le api. La Regione Emilia-Romagna è stata tra le prime a sollevare il problema e a chiedere un intervento in questa direzione allo Stato italiano. Ora con questo programma mettiamo in campo iniziative anche per promuovere il ripopolamento di questi preziosi insetti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet