La provincia di Forlì-Cesena ha un piano contro la crisi: 100 milioni di euro


in collaborazione con Teleromagna26 GEN. 2009 – Un piano straordinario da almeno cento milioni di euro per combattere la crisi sul territorio della provincia di Forlì-Cesena. E’ il contenuto dell’accordo “Interventi per il sostegno dei redditi delle famiglie e della competitività delle imprese” siglato questa mattina presso la sede della provincia di Forlì-Cesena, che assieme alla Camera di commercio di Forlì-Cesena ha promosso e coordinato l’iniziativa. A sottoscrivere l’accordo, oltre alle istituzioni locali, le associazioni di categoria, i sindacati e la gran parte degl’istituti bancari presenti sul territorio.Per quanto riguarda le famiglie l’accordo prevede la possibilità da parte degli istituti di credito di intervenire sui mutui accesi dalle famiglie attualmente in difficoltà per la riduzione del loro reddito a causa di cassa integrazione, mobilità o altro, con la possibilità di interruzione momentanea del pagamento delle rate, o altre forme di facilitazione, come l’allungamento del mutuo, con rate più leggere. Prevista poi la possibilità di anticipare quanto previsto dalla cassa integrazione guadagni, oppure di anticipare la differenza fra lo stipendio pieno e quanto assicurato dalla cassa integrazione. Per il sistema delle imprese il piano prevede l’anticipo dei crediti vantati verso primati ed enti pubblici, e ulteriori risorse finanziarie per alimentare le esigenze di liquidità, ma anche gl’investimenti in tecnologie e ricerca. Assunto inoltre dagli enti locali l’impegno a rendere più veloci i tempi burocratici in materia di concessioni di autorizzazione, specialmente nel settore edilizio, ad accorciare i propri tempi di pagamento verso i committenti ed a proseguire nei vari programmi di opere pubbliche già approvati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet