La presidente della provincia di Reggio, Sonia Masini: “Subito misure di solidarietà concrete, la situazione è davvero drammatica”


REGGIO EMILIA, 6 APR. 2009 – La Provincia di Reggio Emilia si è immediatamente mobilitata per aiutare le popolazioni dell’Abruzzo, colpite nella notte da una disastrosa scossa di terremoto. "Nella riunione di Giunta di domani proporrò misure di solidarietà concrete perché la situazione è davvero drammatica", annuncia la presidente Sonia Masini, dopo un colloquio telefonico con la presidente della Provincia dell’Aquila, Stefania Pezzopane, alla quale ha espresso la "l’affetto e il sostegno da parte di tutta la popolazione reggiana". Per quanto riguarda invece i soccorsi, la macchina della Protezione civile reggiana si è messa in moto e attende indicazioni dalla Regione per partire: "In queste ore è infatti indispensabile evitare iniziative autonome che rischierebbero solo di ostacolare i soccorsi e creare confusione", spiega la presidente Masini, che da questa mattina è in stretto contatto, attraverso l’assessore provinciale alla Protezione civile Luciano Gobbi, con la Regione. Gli aiuti vengono infatti coordinati, attraverso i centri di coordinamento regionali, dalla Protezione civile nazionale: "Al momento – continua la presidente Masini – dalla Regione è partita una prima squadra di valutatori, composta da tecnici e geologi anche reggiani, incaricata di perimetrare i campi-base nelle zone ritenute sicure, nonché una squadra del Nucleo tecnico di valutazione, che abbiamo visto all’opera recentemente nel Reggiano dopo il terremoto del 23 dicembre. Il nostro Coordinamento provinciale ha poi già attivato, sempre su richiesta della Regione, una prima squadra di 6 volontari con tende e fuoristrada che nel pomeriggio – unendosi alle squadre degli altri otto Coordinamenti provinciali emiliano-romagnoli – formerà la prima colonna mobile regionale che verrà inviata in Abruzzo. La componente sanitaria del volontariato – quindi medici, infermieri e volontari delle pubbliche assistenze – viene invece coordinata autonomamente dalla rispettive strutture nazionali" "Per quanto riguarda infine i volontari reggiani intenzionati a recarsi in Abruzzo per contribuire alle operazioni di soccorso, al momento è opportuno non muoversi in attesa di indicazioni da parte della Protezione civile nazionale – concludono la presidente Masini e l’assessore Gobbi – Se verrà richiesto anche questo aiuto, sarà nostra premura informare i reggiani, anche attraverso il sito Internet della Provincia, delle modalità con le quali assistere nel miglior modo possibile la popolazione abruzzese, a cui va tutta la nostra solidarietà".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet