“LA POST ECONOMIA”, IN STREAMING L’INCONTRO IN RICORDO DI BERSELLI


MODENA, 18 APR. 2013 – Si chiama “La post economia” l’incontro che questa sera alle 18 aprirà la terza edizione del ciclo “Quel gran genio del mio amico”, tre appuntamenti raccolti sotto il titolo “Cronache della post Italia” con cui Modena, per iniziativa del Comitato “Amici di Edmondo Berselli”, ricorderà il giornalista e intellettuale a tre anni dalla sua scomparsa. Moderato da Beppe Berta, storico dell’Economia all’Università Bocconi, l’incontro vedrà la presenza di Michele Salvati, docente all’Università di Milano, direttore della rivista “Il Mulino” e commentatore del “Corriere della Sera”, e di Patrizio Bianchi, economista e assessore alla Scuola e Lavoro della Regione Emilia-Romagna.Si cercherà di rispondere alla domanda scelta come sottotitolo: “Più poveri e meno europei o più sobri e più solidali?". E punto di partenza sarà il libro di Berselli “L’economia giusta” – ripubblicato nel 2012 da Einaudi con prefazione di Romano Prodi – un saggio breve e complesso, anticipatore della difficile situazione che stiamo vivendo con la crisi economico-finanziaria. L’appuntamento è alla Sala Leonelli della Camera di Commercio di Modena, in via Ganaceto, e l’intero evento sarà trasmesso in diretta streaming su viaEmilianet La rassegna proseguirà lunedì 22 aprile con "La post televisione”, sottotitolo “Rischi e occasioni della videodemocrazia”, un tema su cui interverranno Carlo Freccero, esperto di comunicazione e direttore di Rai 4, e Aldo Grasso, docente alla Cattolica di Milano, critico televisivo ed editorialista per il “Corriere della Sera”. Modererà l’incontro Riccardo Bocca, giornalista e critico televisivo del settimanale “L’Espresso”. Lunedì 29 aprile, invece, conclusione con "La post politica”. A parlare di “un paese in bilico fra ‘partiti ipotetici’” saranno Ilvo Diamanti, politologo ed editorialista del quotidiano “La Repubblica”, Nando Pagnoncelli, presidente di Ipsos, e Arturo Parisi, politico italiano già ministro della Difesa nel secondo Governo Prodi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet