La Pivetti si fa in due, tra Parma e Reggio (Calabria)


BERCETO (PR), 18 AGO. 2010 – All’origine di tutto potrebbe esserci un fraintendimento. Irene Pivetti che risponde al telefonino ma a causa del vento sulla spiaggia non capisce del tutto la richiesta di assumere le redini di un assessorato comunale. Una domanda che arriva un anno dopo che di assessorati ne ha già accettato uno in quel di Berceto, comune di duemila e trecento anime in provincia di Reggio Emilia. "Ti vogliamo a Reggio" deve avergli più o meno detto la voce dall’altra parte della cornetta. "E’ vicino a Parma", avrà pensato Irene, "non ci sono problemi". Poco dopo la scoperta che il nuovo incarico è sì a Reggio, ma in Calabria. Ormai mica ci si poteva rimangiare tutto. Meglio evitare certe figure, anche perché non è che la Pivetti si veda molto di persona laddove è richiesto un suo intervento nella vita politica locale. La conferma è nelle parole del sindaco di Berceto Luigi Lucchi: "Con Irene Pivetti siamo in contatto costantemente".Piena occupazione e Formazione professionale è l’assessorato di cui l’ex presidente della Camera è titolare a Berceto. Ciò che le ha chiesto di fare il sindaco, oltre a occuparsi di tematiche del lavoro, è anche promuovere il territorio di quel pezzo di montagna parmense. Tutte cose che Irene Pivetti già svolge con la sua onlus "Learn to be free". "Conosce bene la realtà del nostro paese", aveva spiegato il primo cittadino Lucchi per motivare l’incarico. "Segue da tempo la nostra storia, soprattutto il gemellaggio, datato 1988, fra Berceto e la comunità indiana dei Sioux Lakota, il tema delle identità locali sta molto a cuore sia a noi che a lei", era stata l’argomentazione di Lucchi, preoccupato di precisare però che la Lega con tutto ciò non c’entrava niente.E che la Lega non c’entri niente lo sperano anche i cittadini di Reggio Calabria. I quali pur di non avere nulla a che fare con la Padania si faranno appioppare senza fiatare un bel gemellaggio con i pellerossa delle Grandi Pianure del Dakota. A quel punto c’è da sperare che Lucchi non diventi un po’ geloso del suo collega calabrese Giuseppe Raffa. Al sindaco di Reggio Calabria per ora è arrivata una specie di macumba imparata forse dagli Sioux: "Irene Pivetti sa bene che la politica, quella nobile e vera, può ripartire solo dai piccoli Comuni – ha detto il primo cittadino bercetano -, è questa la politica che interessa ad Irene ed è questa la politica che facciamo a Berceto e che difficilmente potrà essere fatta in un grande Comune dove gli equilibri contano e immobilizzano, solitamente, tutto".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet