La piadina CRM diventa milanese


La società di Private Equity indipendente Aksìa Group SGR SpA annuncia l’acquisizione del 100% dell’azienda modenese CRM, da oltre 40 anni leader nella produzione di piadine, tigelle, sfogliate, focaccine e basi per pizza, distribuite con il proprio marchio e per conto delle migliori insegne della grande distribuzione. Si tratta del quarto investimento del fondo Aksìa Capital IV.
CRM, azienda fondata nel 1974 da Renzo Montagnani e Carla Rebecchi è una storia di successo tutta italiana che nell’arco di quattro decenni è passata dall’essere un piccolo produttore locale ad uno degli attori principali del mercato. L’azienda, che ha un fatturato annuo di 20 milioni di euro e EBITDA pari a circa il 20%, ha da sempre puntato sull’innovazione e sulla qualità del prodotto e delle materie prime nel rispetto dei sapori dell’antica tradizione. Negli ultimi anni CRM ha visto salire sensibilmente l’attenzione dei consumatori verso cibi sani, leggeri e di elevata qualità e ha lanciato una nuova linea di prodotti a farina biologica, farro, kamut e integrale, che ha riscosso molto successo.
CRM vanta un sito produttivo all’avanguardia di circa 16.000 mq a cui si aggiunge un nuovo impianto automatizzato per la produzione di piadine, il più grande in Italia che raddoppierà la capacità produttiva e doterà la società degli strumenti necessari per affrontare le sfide del mercato internazionale. Punto di forza sono i dipendenti che da oltre 40 anni lavorano con passione contribuendo alla crescita e allo sviluppo dell’azienda.
Con l’operazione la famiglia Montagnani passerà la gestione dell’azienda ad Aksìa Group SGR SpA, che inserirà nuove figure manageriali per rafforzare la struttura esistente con l’obiettivo di permettere al gruppo di consolidare una forte crescita.
«Abbiamo deciso di investire in un leader indiscusso in questo mercato – dichiara Marco Rayneri, Partner di Aksìa Group -. Il nostro piano di sviluppo, contestualmente all’introduzione di una struttura manageriale e alla crescita dell’azienda in Italia e all’estero, prevede ulteriori investimenti in capacità produttiva, una nuova strategia di marketing e comunicazione ed il lancio di nuovi prodotti. Inoltre, valuteremo il rafforzamento e l’espansione della società anche attraverso acquisizioni».
«Siamo soddisfatti degli ottimi risultati che abbiamo raggiunto con la nostra azienda, l’abilità tecnica di Renzo – dichiara Carla Rebecchi – ha permesso e permette tutt’ora di produrre su larga scala piadine e tigelle mantenendo vivi tutti i sapori della tradizione». «In questi anni abbiamo investito moltissimo nella ricerca di prodotto, delle migliori materie prime e delle migliori tecnologie produttive, – commenta Renzo Montagnani – dotando l’azienda di tutti gli strumenti per affrontare le nuove sfide del mercato che siamo convinti Aksìa possa cogliere continuando a investire nell’azienda».
L’operazione è stata finanziata al 60% attraverso un veicolo di investimento capitalizzato da Aksìa in cui Equita, con il suo fondo di private debt guidato da Paolo Pendenza, al suo quinto investimento, ha sottoscritto per intero un prestito obbligazionario e ha investito il 6% dell’equity dell’operazione. Inoltre, l’operazione è stata finanziata al 40% da Banca IFIS S.p.A..
Aksìa è stata assistita dallo studio Accinni Cartolano e Associati (Avv. Francesco Cartolano e Matteo Acerbi) per gli aspetti legali e da altri partner consolidati per l’attività di due diligence: Dott. Leo De Rosa, Dott.ssa Federica Paiella e Dott. Luca Bocchetti dello Studio Legale Tributario Russo De Rosa Associati, dal Dott. Marco Ginnasi di EY e dalla Dott.ssa Alessia Formato di AECOM. I venditori sono stati assistiti dallo studio Ronchi Commercialisti di Modena e dall’Avv. Claudio Previdi dello Studio Legale Previdi e Associati. Equita è stata assistita, per la parte legale, dall’avvocato Marina Balzano, partner dello Studio Pavia e Ansaldo, mantre Banca IFIS S.p.A. dal partner Alessandro Fosco Fagotto, dal senior associate Franco Gialloreti e dall’associate Silvia Cammalleri dello studio legale Dentons Europe Studio Legale Tributario.
Aksìa Group SGR (www.aksiagroup.com) è uno dei principali operatori di Private Equity indipendente in Italia, fondato nel 1997 da Marco Rayneri, Nicola Emanuele e Stefano Guidotti. Il Gruppo gestisce il fondo da 147 milioni di euro Aksìa Capital III, attualmente in fase di disinvestimento, nel cui portafoglio partecipazioni figurano Mep Group e Turbosol e il fondo Aksìa Capital IV con una dotazione di oltre 110 milioni di euro in fase di investimento, nel cui portafoglio oltre CRM sono presenti Alpha Test, Covisian e Lameplast COC Group. L’approccio di Aksìa all’investimento coniuga know-how finanziario e di private equity con qualificate competenze di business e manageriali. Il team si compone anche di imprenditori e manager esperti di settore che offrono un valido supporto nell’analisi e gestione dell’investimento e che occasionalmente partecipano alle operazioni come consiglieri e/o investitori di minoranza. Nel corso della sua attività Aksìa si è specializzata nel passaggio di aziende da conduzione familiare ed imprenditoriale a management professionista.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet