La periferia emiliana premiata a BigMac


Il Gran Premio Internazionale di architettura BigMat 2013, del valore di 30mila euro, consegnato sabato 23 novembre a Granada, è stato vinto da un’innovativa struttura belga, la Eishout Kitchen Tower Campus Coovi di Xaveer de Geyeter Architects, realizzata ad Anderlecht (Bruxelles). Un progetto che sviluppa una torre verticale con all’interno una scuola di cucina. Secondo l’architetto Jesus Aparicio, presidente della giuria internazionale, «l’opera belga ha un grosso merito: disegna nuovi itinerari all’interno della periferia della città e rinnova dei concetti spostando sulla verticalità lo sviluppo di una serie di cucine. Questo dona sorpresa e dinamicità ad un quartiere periferico. Il progetto è in grado di cambiare qualcosa dello strato architettonico della città, creando un nuovo asse per Anderlecht, che ha reso il tutto epico». A trionfare nella sezione italiana (5.000 euro il riconoscimento) è stato invece il progetto Via Padovani Housing a Imola, realizzato da Lelli & Associati Architettura di Faenza. Un progetto apprezzato per il suo essere, come dichiara il giurato italiano Cino Zucchi,: «Qualcosa di assolutamente fuori dagli schemi tradizionali. The life is sweet cantava  Natalie Merchat, ovvero la capacità di un artista di rinnovare qualcosa che apparentemente sembra scontato. Quello che è successo al progetto Lelli. L’intelligenza progettuale ha preso un elemento solitamente poco estetico della tradizione architettonica, il costruito popolare, e gli ha donato una nuova e forte identità, rinnovando con essa un ambiente solitamente altro e celato: ovvero la periferia». La tradizione italiana ha abituato le persone a leggere negli appartamenti residenziali di periferia un’architettura senza pretese, dettata semplicemente dalle esigenze del mercato, Via Padovani House ha invece un’identità forte. L’edificio si apre allo spazio, crea estroversione, le pareti giocano sulle varie profondità e la facciata si schiude alla città creando un nuovo e funzionale ponte che rivaluta tutto il contesto circostante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet