La Notte Rosa 2011 è lunga un intero weekend


BOLOGNA, 31 MAR. 2011 – "Il sogno è qui": mai tema è stato più adatto per spiegare cosa rappresenta la Notte Rosa. Ormai da 6 anni la riviera romagnola, in tutti i 110 chilometri che separano Cattolica da Comacchio, festeggia quello che ormai è noto come "il capodanno dell’estate" con tantissimi spettacoli e iniziative che partono la sera e finiscono la mattina dopo. Quest’anno in realtà l’evento si svolgerà venerdì 1° luglio, anche se, in realtà, si protrarrà per tutto il fine settimana e sarà mandato in diretta dalla radio nazionale tedesca. Nell’edizione 2011, inoltre, l’atmosfera euforica, il lungomare pedonalizzato e tutto rigorosamente colorato di rosa, i lampioni compresi e i tanti gadget, fino ai fuochi d’artificio finali, trarranno ispirazione dal Libro dei sogni di Federico Fellini: al geniale regista riminese sarà dedicato un percorso sui luoghi felliniani guidati da Patrizio Roversi.  Sembra un rimando ai disegni di Fellini anche il manifesto disegnato dall’illustratore francese Bertrand Sallé: un mago su una barchetta che offre un cuore alla Luna. Grazie ad una serie di sponsor, fra cui la Martini, Hera, Radio Deejay, RiminiTerme e l’Università di Bologna, anche quest’anno saranno numerosi i concerti e gli spettacoli: per ora si conoscono i nomi dei Modà, di Raphael Gualazzi e Fabrizio Bosso, di Tereza Salgueiro, Joan As Police Woman, Claudio Santamaria. Ma queste saranno, come ormai consuetudine, solo la punta dell’icerberg delle centinaia di piccole proposte che i vari comitati turistici e singoli imprenditori del settore offriranno agli ospiti: quasi 100mila le presenze e oltre 350mila gli arrivi nel 2010. La Provincia di Rimini ha infatti presentato solo alcuni eventi, riservandosi di rendere noti i nomi di altre star solo dopo aver chiuso i contratti tra qualche settimana. Quattro le province coinvolte: Ferrara (con i lidi di Comacchio), Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, cooordinate dall’Unione Prodotto di Costa, che ritiene la Notte Rosa "un mezzo eccezionale per comunicare un territorio in cui la vacanza é emozione, sia in Italia che all’estero", dice Antonio Carasso. E per il professor Fabriano Fabbri, della facoltà ZoneModa dell’Università di Bologna-sede di Rimini, "é ormai un fenomeno trans-geografico e trans-disciplinare. Fa sognare, ma é una realtà formidabile". "Clima molto positivo", ha commentato il presidente della Provincia, Stefano Vitali. E gli ha fatto eco l’assessore provinciale al Turismo, Fabio Galli: "Un evento unico in tutta Italia".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet