La Mec-Palmieri ripartedopo il terremoto


MODENA, 30 LUG. 2013 – Una nuova azienda che si rialza dalle macerie del sisma, una nuova realtà produttiva della bassa che ha vinto la voglia di lasciar perdere tutto e si ritrova ad intraprendere la propria seconda vita lavorativa. A 435 giorni da quella scossa che fece rovinare a terra 50 anni di lavoro e contare 15 milioni di euro di danni subiti, il Salumificio Palmieri di San Prospeo ha festeggiato con orgoglio la ripartenza dell’azienda e delle oltre 60 persone (tra vecchi e nuovi dipendenti) che lavorano nel sito di San Prospero. Un anno fa, soltanto macerie davanti, il salumificio riparte con un investimento di 12 milioni di euro. Un’altra azienda importante che si rialza da un terremoto, anche industriale e che scommette su 6.000 tonnellate di prodotto l’anno. A tagliare il nastro, anche simbolico, del nuovo stabilimento in via Canaletto 16, l’assessore alle attività produttive Giancarlo Muzzarelli.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet