La manifattura modenese soffre, ma rimane il segno più


MODENA, 29 FEB. 2012 – Anche l’esercizio 2011 si è chiuso con il segno più per le imprese manifatturiere modenesi, ma non bisogna sottovalutare il rallentamento registrato negli ultimi mesi dell’anno. E’ quanto emerge dalle elaborazioni dei dati dell’indagine congiunturale svolta dalla Camera di Commercio di Modena, con la collaborazione di Cna e Confindustria, rileva lo stato di salute di un campione statisticamente rappresentativo delle realtà con 6 e più addetti. Guardando all’intero anno, il bilancio dell’industria manifatturiera in provincia di Modena si è chiuso con un rialzo della produzione pari al 7,2%, mentre il fatturato è cresciuto dell’8,6%. Tuttavia, viene osservato in una nota della Camera di Commercio, la produzione, dopo una variazione tendenziale in ascesa del 5,1% nel terzo trimestre, è rallentata ad un +2,3% nel quarto mentre il fatturato, salito del 7,2% nel terzo trimestre e avanzato del 3,6% nel quarto. Il risultato netto di queste tendenze – si legge ancora – è "che per quasi un terzo delle imprese intervistate i prossimi mesi saranno contrassegnati da una diminuzione dei quantitativi prodotti, mentre solo il 14,5% si attende un aumento". L’attuale fase di difficoltà non è infatti destinata a concludersi: gli ordini hanno arrestato la loro corsa posizionandosi su aumenti che si sono rivelati molto più modesti rispetto al passato, e che, soprattutto, hanno iniziato a flettere nella loro evoluzione congiunturale.In base ai numeri, a trainare la crescita, lo scorso anno, "sono state soprattutto le esportazioni. I buoni dati registrati fino a settembre dello scorso anno non permettono però di sentirsi al sicuro in quanto il rallentamento congiunturale che si registra nel commercio internazionale – conclude la nota – inizia a ripercuotersi anche sulle esportazioni dell’industria locale". La situazione del settore ceramico è un esempio: penalizzato non solo dalla perdurante stagnazione dei consumi di piastrelle in Italia, ma anche dal rallentamento della domanda estera.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet