La Ferrari torna sul podio nel GP di Monaco


24 MAG 2009 – Il GP di Montecarlo finisce come le gare precedenti: vince ancora Button, al quarto successo su cinque gare disputate. A seguirlo ancora l’eterno secondo Barrichello, suo compagno di squadra. La Brawn GP si dimostra dunque irraggiungibile per chiunque, in ogni condizione e in ogni circuito. Ma una novità c’è, e non può che far piacere ai tifosi italiani: la Ferrari è viva, è in ripresa e può tornare a vincere. Raikkonen agguanta infatti un podio che gli mancava dall’ottobre scorso, il primo per le Rosse in questa travagliatissima stagione. Dietro di lui il suo compagno di squadra Massa. La Ferrari accumula dunque 10 punti mondiali, ben quattro di più di quelli messi da parte nelle quattro gare precedenti.LA GARACome accade spesso a Montecarlo, la gara si decide in partenza: molti si aspettavano il guizzo di Raikkonen, unico dei piloti di testa a poter contare sui cavalli aggiuntivi del Kers. Invece è Barrichello a beffare il ferrarista, sorpassandolo e portandosi alle spalle del compagno di squadra Button, che partito dalla pole position se ne va tranquillamente in fuga.La gara prosegue senza scossoni e, purtroppo, senza grandi emozioni. Le Brawn sono più veloci di tutte le altre, complice la scelta di montare subito le gomme morbide. A inseguirle, anche se mai da vicino, il solo Raikkonen. Massa (5°) rimane invece a lungo incastrato dietro a Vettel, decisamente più lento: quando finalmente riesce ad attaccarlo, è costretto a tagliare una curva per rimanere in pista e deve cedergli la posizione. Nel farlo però, Rosberg è bravissimo a fruttare un lungo del brasiliano e lo scavalca. A quel punto si forma un trenino composto da Vettel, Rosberg e Massa, con i due inseguitori che al decimo giro riescono a sorpassare il baby fenomeno tedesco, autore di un’insolita indecisione. Massa è così di nuovo quinto, ma riuscirà durante il primo pit stop a scavalcare Rosberg e a piazzarsi quarto al traguardo. Vettel chiude il suo sfortunato week end con un ritiro al giro 15, dovuto a un’uscita di pista.Le posizioni di testa così si stabilizzano definitivamente. Finisce con la doppietta Brawn GP di Button e Barrichello, poi le Ferrari di Raikkonen e Massa, poi la Red Bull di Webber, la Williams di Rosberg, Alonso su Renault e Bourdais su Toro Rosso, ultimo a guadagnare punti. Gara orrenda per le McLaren, con il campione del mondo Hamilton che, malgrado disponesse di una buona macchina, è stato costretto da un errore nelle qualifiche a partire dall’ultima posizione e ha chiuso la gara solo dodicesimo.CLASSIFICHE MONDIALIPILOTI Button 51, Barrichello 35, Vettel 23.COSTRUTTORI Brawn GP 86, Red Bull 42,5, Toyota 26,5, Ferrari 17.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet