La Ferrari 488 spider a Francoforte


Debutto ufficiale al Salone di Francoforte per la 488 Spider, nuovo capitolo nella lunga storia di sportscar scoperte con motore V8 della Casa di Maranello. E’ la più prestazionale di sempre con il motore V8 Turbo da 3.902 cm3, che equipaggia anche la versione coupé. La potenza massima è di 670 CV, il valore massimo della coppia 760 Nm a 3000 giri, con un’erogazione sempre crescente marcia per marcia grazie al Variable Torque Management. Un vettura estremamente sportiva come dimostrano i valori di accelerazione (0 a 100 km/h in 3 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,7) e soprattutto la risposta immediata del motore al comando, soli 0,8 secondi, annullando di fatto il ritardo tipico dei propulsori turbo. Il know-how sviluppato dal polo Scaglietti, centro di eccellenza per la lavorazione dell’alluminio, ha consentito di ottenere uno space frame leggero e ad alte prestazioni, costituito da undici diverse leghe di “alluminio 6000” con diverse percentuali di magnesio e caratteristiche specifiche in funzione della zona di applicazione. Straordinario il risultato raggiunto con valori di rigidità torsionale e flessionale uguali a quello della versione coupé, dove il tetto è elemento strutturale, migliorati del 23% rispetto a quello della 458 spider. Ma Francoforte è anche la sede per un’altra importante novità, l’estensione del sistema Apple CarPlay all’intera gamma, dopo che la FF era stata prima vettura al mondo a rendere disponibile l’innovativa funzionalità iPhone, seguita dalla California T. Presentato in anteprima qui, sarà presto a disposizione anche sulle vetture del Cavallino Rampante con vocazione ancora più sportiva: 488 GTB, 488 Spider e F12berlinetta, per un uso immediato e intuitivo, sia vocale che touch, delle funzioni: dalle chiamate all’utilizzo delle mappe, dalla messaggistica all’ascolto della musica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet