La Cgil ottimista sulla vertenza Vinyls


ROMA, 22 DIC. 2010 – "Finalmente anche la vertenza Vinyls si avvia sulla strada della conclusione positiva perché le garanzie date dal fondo intenzionato a rilevarla sono tali da farci sperare che in breve tempo potranno essere riavviati gli impianti e salvaguardata l’occupazione in tutti gli stabilimenti". Ad affermarlo è il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere, al termine dell’incontro che si è tentuto oggi al Ministero dello Sviluppo economico per parlare dell’industria chimica con impianti a Ravenna, Marghera e Porto Torres. "Questa è la classica vertenza – aggiunge il dirigente sindacale – che dimostra come la serietà dei lavoratori, con la loro lotta, può portare a risultati concreti, con una novità sul versante del sistema industriale nazionale: sono imprenditori stranieri che intervengono con il fondo Gita e apprezzano sia le potenzialità industriali sia le capacità produttive – conclude Scudiere – di un importante pezzo del sistema della chimica nazionale"."Siamo soddisfatti dal progetto del fondo Gita presentato dal ministro Romani". Anche il segretario nazionale dell’Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, si unisce ai commenti positivi al termine del tavolo di confronto sulla vertenza Vinyls, spiegando che "gli impianti dovrebbero ripartire già dal febbraio 2011. Ora ci aspettiamo la presentazione del piano già a gennaio e che tutti i passaggi siano monitorati costantemente". "Inoltre – conclude – abbiamo chiesto anche la riapertura del tavolo nazionale della chimica per affrontare in modo sistemico tutte le crisi del settore". I rappresentanti di Gita Holging AG hanno dunque confermato il proprio impegno a garantire la continuità produttiva e occupazionale degli asset oggetto del trasferimento. Si prevedono tempi stretti, quindi, per la riaccensione dei 3 impianti. Il ministro Paolo Romani ha dato le prossime scadenze: entro il 30 gennaio ci sarà la sottoscrizione del contratto Eni-Gita sulla base del protocollo siglato ieri a Roma. Il 15 febbraio sarà presentata l’offerta definitiva di Gita per l’acquisizione degli asset Vinyls. Entro il 10 marzo, infine, sarà definito il passaggio di proprietà degli asset Eni e Vinyls a Gita. 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet